PANNELLO AD ONDA PARAMETRICA “ONIRICON"

Studi di registrazione, sale prova, home cinema, sale hi-fi, uffici, sale riunioni sono ambienti critici dal punto di vista acustico. Nel panorama dei pannelli denominati fonoassorbenti, il PANNELLO PARAMETRICO AD ONDA “ONIRICON”, appare come una novità assoluta, estetica e performante nel trattamento specifico di questi ambienti.

CARATTERISTICHE TECNICHE:

Il suono generato da una sorgente sonora, scorre lungo le pareti del locale, sul pavimento e sul soffitto generando fenomeni di riflessione.
Il fenomeno della riflessione delle onde può causare due effetti particolari: l’eco e la riverberazione. L’ECO è prodotto dalla riflessione di onde sonore contro un ostacolo che vengono “percepite” da un “ricevitore” (o “ascoltatore”) con un certo ritardo rispetto al suono diretto mentre quando le riflessioni dei suoni si mescolano al suono diretto e fra di loro, si parla di RIVERBERAZIONE.
Il fenomeno della riverberazione presenta, aspetti positivi e negativi. Infatti, se un certo valore del tempo di riverberazione aiuta a rinforzare il suono diretto e quindi a migliorarne l’ascolto, per contro, un valore eccessivo della coda sonora ne compromette la qualità, rendendo il suono impastato. L’effetto principale di un’eccessiva riverberazione è quello di compromettere l’intelligibilità del parlato, mascherando i suoni consonantici successivi.
Ottenere valori ottimali del tempo di riverberazione rappresenta il giusto compromesso tra il raggiungimento di un livello sonoro sufficiente per un’audizione senza sforzo, in tutti i punti dell’ambiente, e la riduzione del disturbo provocato da un eccesso di riverberazione.

APPLICAZIONE

L’applicazione a parete e a soffitto di materiali fonoassorbenti cioè di materiali che intrappolano le onde sonore e le rompono smorzando così la riflessione può contribuire a diminuire le superfici riflettenti ma con il rischio di avere un eccessivo assorbimento (coefficiente α) alle alte frequenze (Hz) rispetto alle basse frequenze (Hz).
Il pannello ad onda parametrica “Oniricon” formato da lamine di resina espansa a celle aperte ignifuga, (Vedi scheda tecnica resina di melammina e certificazioni di reazione al fuoco secondo norma DIN EN 13501-1), opportunamente distanziate tra di loro e fissate su travetti di legno, si dimostra efficace nell’ ottenere soluzioni finalizzate al raggiungimento di equilibrio ed equalizzazione nella risposta acustica.
La sua struttura ad onda consente all’energia sonora di essere intrappolata nelle cavità che si creano tra le singole lamelle creando risonanze certe e permettendo di raggiungere un ottimo compromesso tra l’assorbimento alle basse frequenze e alle alte frequenze (Hz).
Non dobbiamo trascurare l’aspetto tecnico e il metodo standard per specificare l’efficacia dei materiali fonoassorbenti nel rispetto delle normative UNI EN ISO 354 2003. Il dato di assorbimento acustico (α) viene di solito misurato in una camera di laboratorio idonea alle misure richieste. Il tempo di decadimento del tempo di riverbero viene solitamente misurato per bande di frequenza (Hz) in terzi di ottava con camera vuota e camera piena (materiale in prova disteso sul pavimento circa 10mq). Confrontando la differenza dei tempi di riverbero con e senza materiale è possibile attraverso l’applicazione della formula di Sabine, determinare la quantità di assorbimento acustico (α). (Clicca qui per vedere il grafico).

Le lamelle di “Oniricon” sono ricavate da un pannello piano di resina di melammina sp.50mm con una superficie di circa 10 mq. Le singole lamelle che lo compongono sono collocate perpendicolarmente al piano di lavoro e ciò vuol dire che i 10 mq di superficie occupati in piano (come prevede la norma UNI EN ISO 354 2003 circa 10mq di materiale in prova steso in piano) sono equiparati ad una superficie fonoassorbente di circa 3,13 mq (pannello di circa 1200x2500mm).
Le lamelle lavorano su 2 lati il potere fonoassorbente (α) del pannello è di circa 20mq.
In ambienti dove lo spazio dedicato ai materiali fonoassorbenti è limitato da vincoli di contesto risulta performante dal punto di vista della risposta acustica l’utilizzo del pannello “Oniricon” in quanto si possono sfruttare le sue caratteristiche di concentrazione di superficie fonoassorbente.
Il posizionamento di moduli di onda parametrica “Oniricon”, moduli da 1200mmx600mm – 1200mmx2400mm permette di ottenere risultati acustici ed estetici negli ambienti in cui vengono collocati. La forma elegante di “Oniricon” può essere compatibile in ambienti residenziali oltre che in sale di registrazione.

Si consigli di affiancare il pannello “Oniricon” con il Tube trap “Totem”, assorbitore per basse frequenze.

VERNICIATURA

Il pannello “Oniricon” viene normalmente verniciato con pigmenti a base d’acqua (si possono utilizzare tutte le colorazioni Ral) che non alterano il potere fonoassorbente del materiale.
Sulla sua superficie esterna è anche possibile utilizzare la nuova pigmentazione “Airlite” che ha proprietà antinquinamento e riesce a trasformare gli ambienti di casa, degli uffici, delle sale ristoranti e locali pubblici in un sistema di “purificazione dell’aria”.
Il pannello così trattato è in grado di assolvere a una doppia funzione, quella antirumore e di rispetto dell’ambiente; non solo aiuta a ritrovare il “comfort acustico” ma contribuisce a “pulire l’aria” attorno a noi. Grazie alla sua speciale composizione inorganica Il pigmento utilizzato non contribuisce alla combustione in caso di incendio, (classe di reazione al fuoco A2-s1-d0 in base ai risultati delle prove di reazione al fuoco UNI EN 13501-1-2009).
La pigmentazione utilizzata sulla superficie dei pannelli sfrutta una nuova tecnologia che è attivata dalla luce; attrae le molecole d’acqua presenti nell’aria, crea sulle pareti dei pannelli una pellicola protettiva invisibile che impedisce alla polvere e allo sporco di attaccarsi. La circolazione dell’aria estende i benefici a tutto l’ambiente.
Airlite combatte i batteri, i test eseguiti presso dipartimento di Biologia e Biotecnologie Charles Darwin dell’Università La Sapienza di Roma hanno confermato l’eliminazione del 99,9% dei batteri presenti su una superficie pitturata preventivamente con Airlite solo dopo quattro ore. Il pigmento è in grado di respingere la polvere e lo sporco presenti nell’aria, neutralizzando gli odori, eliminando e prevenendo la formazione di muffe.

Richiedi informazioni

Nome e Cognome (richiesto)

Email (richiesto)

Messaggio